Linguella

Piccolo pezzo di carta sottile, di solito in pergamino, gommato da un lato. Piegato in due, veniva usato per attaccare i francobolli al raccoglitore, facendo aderire una parte al francobollo e l'altra al foglio del raccoglitore.

Glo linguella.jpg

Veniva usato negli anni passati come economico sistema per conservare i francobolli, sia nuovi che usati.

La sua applicazione ai nuovi è all'origine dell'attuale differenza di valutazione tra i francobolli nuovi con gomma integra e i nuovi linguellati: l'applicazione della linguella rovinava la gomma del francobollo, perciò i francobolli "linguellati" hanno la gomma non integra e subiscono un deprezzamento, di solito almeno nell'ordine del 50%.

Nelle descrizioni di francobolli in vendita si trova riportata, talvolta, la formula "traccia di linguella" o "invisibile traccia di linguella" (in inglese, MLH, ovvero mint light hinged) per differenziarsi dal francobollo solo "linguellato" (in inglese MH, mint hinged). È bene notare che la quotazione di questi francobolli non cambia rispetto al "normale" francobollo con linguella; semplicemente, al francobollo "con traccia di..." è stata sapientemente rimossa la linguella e il suo aspetto risulta essere migliore.

Attualmente, l'utilizzo delle linguelle è limitato e si applica soltanto a francobolli usati che, essendo senza gomma, non corrono il rischio di danneggiarsi.

Voci correlate