Filigrana cifra

La filigrana "Cifra" è un particolare disegno di filigrana apparso (con diverse caratteristiche) su alcuni francobolli del regno e della repubblica italiana, in maniera accidentale, cioè non prevista dal progetto di stampa.

Regno

Nella riproduzione della filigrana di un foglio vediamo che non c'erano solo le coroncine e le scritte marginali, ma vi erano anche altri simboli.

Tra questi spesso la cartiera apponeva un numero in filigrana per identificare la "forma" con cui era fabbricata la carta.

Poteva quindi accadere che accidentalmente un francobollo risultasse impresso in quella zona della carta e quindi fosse caratterizzato da una filigrana rappresentante una cifra.

Un numero "6" è l'unica filigrana su questo 20 centesimi Michetti arancio del 1917

Non sono molto frequenti questi casi: sono note finora le cifre "4", "5", "6" e "8" con filigrana corona, così segnalate fra i vari francobolli:

  • cifra "4": sul 20 cent. Michetti arancio con filigrana del 1917; sulla serie per il VI centenario di Dante Alighieri del 1921 e sul 40 cent. per il cinquantenario mazziniano del 1922;
  • cifra "5": sul 20 cent. Michetti arancio con filigrana del 1917 e sul 25 cent. della serie per il VI centenario di Dante Alighieri del 1921;
  • cifra "6": sul 20 cent. Michetti arancio con filigrana del 1917 e sul 15 e 40 cent. per il VI centenario di Dante Alighieri del 1921;
  • cifra "8": sul 20 cent. Michetti arancio con filigrana del 1917;

Repubblica

Qualcuno avrebbe visto la filigrana cifra anche in un francobollo stampato su carta con filigrana ruota alata del I tipo e precisamente sul 20 lire per il centocinquantenario dell'invenzione della pila di Alessandro Volta (1949) e la cifra sarebbe il "21", secondo una citazione contenuta nel Catalogo D'Urso già negli anni Sessanta del XX secolo.

La varietà, se esistesse veramente, sarebbe molto interessante.

Tuttavia chi è riuscito a vedere questo pezzo ritiene che, nonostante il francobollo sia certificato da un noto perito italiano, il frammento di filigrana visibile, pur assomigliando ad un "1", altro non sia che una più plausibile "I". Il fatto che la filigrana cifra fosse nota già almeno su francobolli dell'inizio del Novecento, ha fatto ritenere a qualcuno che il "numero" completo dovesse essere il "21".

In realtà la cifra "21" non è mai stata vista neppure sui bordi del foglio.

Non si dispone dell'immagine della presunta varietà.

Articolo scritto da Giandri, tratto da http://home.giandri.altervista.org/giandri_0211_Filigrana_Indice.html