Prima emissione del regno Lombardo Veneto

__NOAUTOLINK__
Lombardo Veneto
Storia
Storia postale
Prima emissione
Seconda emissione
Terza emissione
Quarta emissione
Segnatasse
Francobolli per giornali
Marche da bollo
Interi postali

La prima emissione del Lombardo Veneto risale al 1° giugno 1850. I francobolli emessi sono cinque, stampati a Vienna, con caratteristiche austriache: il soggetto è lo stemma della casa regnante austriaca e la dicitura sul bollo è austriaca (Kepost stempel); l'unico elemento che distingue questi francobolli da quelli, identici, usati nell'impero, è l'indicazione del valore, in centesimi e non in kreuzer. Composizione della serie

Lveneto15.jpg Lveneto110.jpg Lveneto115.jpg Lveneto130.jpg Lveneto145.jpg

Data di emissione per tutti i valori: 1º giugno 1850

Prima emissione
5 c. Giallo Ocra
10 c. Nero
15 c. Rosso
30 c. Bruno
45 c. Azzurro

Caratteristiche in breve

  • Soggetto: Stemma dell'impero austro-ungarico
  • Non dentellati
  • Filigrana assente; solo per i francobolli stampati su carta a mano: al centro del foglio sono presenti le lettere KKHM che toccano alcuni francobolli bordo di foglio
  • Stampa tipografica monocroma
  • Carta a mano (1850/1854) o a mcchina (1854/1857), bianca
  • Fogli da 60 esemplari con 4 croci di s.Andrea (il foglio intero è da 240 con 16 croci)
  • Validità: 31 ottobre 1858, ma tollerati fino a fine anno

Composizione dei fogli

Asi lv1 composizione foglio.gif

Per ragioni di semplicità nel conteggio della quantità stampata, i fogli della prima emissione, ma anche della seconda, sono formati da quattro blocchi di 60 e non di 64 esemplari.

I quattro spazi vuoti sono occupati da altrettante croci detti di s.Andrea, per complessive 16 croci in un foglio intero.

Le croci sono sempre poste nell'ultima fila di esemplari, a destra o a sinistra; nel foglio intero si possono trovare tutte all'interno, tutte a sinistra o tutte a destra.

Data la rarità, francobolli uniti alle croci hanno una valutazione notevole (in particolare quelli nuovi); esemplari che ne mostrano una porzione anche minima possono valere da quattro a venti volte tanto.

Per avere un'idea della loro importanza filatelica, basti pensare che esiste una quotazione anche per le singole croci, staccate dal francobollo.
Asi lv1 es croci.jpg

Filigrana

Asi lv1 composizione filigrana.gif

I fogli stampati su carta a mano hanno la filigrana, che è formata da un unico disegno posto verticalmente lungo l'interspazio; è quindi visibile soltanto parzialmente in pochi esemplari, 16-20 comprendendo anche una o due croci di s.Andrea.

Il disegno utilizzato è la sigla KKHM, che sta per "Kaiserlich Königliches Handels Ministerium", ovvero "Ministero regio imperiale del commercio".

In rosso le sagome dei francobolli


Carta a macchina e carta a mano

Nel 1850 i francobolli della prima serie furono stampati su carta a mano, filigranata.

Le tirature dal 1854 furono effettuate su carta a macchina, priva della filigrana, liscia e levigata.

Tutti i cinque esemplari furono stampati su carta a mano, tutti tranne il cinque centesimi anche su carta a macchina.