Differenze tra le versioni di "Falso"

 
(Nessuna differenza)

Versione attuale delle 15:01, 11 dic 2013

Oggetto creato come copia di un francobollo autentico. Si possono trovare falsi stampati su carta coeva all'epoca del francobollo copiato ma, generalmente, il falso è "costruito" interamente con materiali diversi da quelli dell'originale.

Da distinguere il falso per posta e il falso filatelico.

Il falso per posta è realizzato per poter spedire corrispondenza, è realizzato durante il periodo di utilizzo del francobollo e in molti casi ha acquisito un certo valore filatelico nel tempo.

Quando identificati dall'amministrazione postale, il falso non veniva annullato e si segnalava l'importo mancante.

Un falso del 60 c. tipo Michetti, piuttosto comune

Il falso filatelico è realizzato per frodare i collezionisti, è realizzato generalmente in periodo successivo all'uso del francobollo e non ha nessun valore filatelico, tranne rari casi di falsi realizzati in epoca coincidente con l'emissione del francobollo.

Tappabuchi

Esistono anche falsi di francobolli rari facilmente riconoscibili; sono chiamati "tappabuchi" e vengono usati per completare le collezioni proprio in corrispondenza di quei francobolli che difficilmente possono essere trovati, ovvero per "tappare il buco" della collezione.

Vedi anche

Falsificazione