Donna nell'arte, 0,70 €

Articolo scritto da Giandri, tratto da http://home.giandri.altervista.org/giandri_0202_070CENT.html
Serie donna nell'arte
Introduzione
  Prima emissione
  Seconda emissione
  Terza emissione
  Integrazioni
Tecnica di stampa
Soggetti
Riepilogo
0,01 0,02 0,03
0,05 (100) 0,10 0,20
0,23 (450) 0,34 (650) 0,41 (800)
0,45 0,50 0,52 (1000)
0,65 0,70 0,77
0,85 0,90 Interi

Il soggetto

A seguito del nuovo tariffario entrato in vigore il 1° gennaio 2004 che, tra l'altro, aveva portato l'affrancatura di una lettera di primo porto (fino a gr. 20) per un paese della Zona 3 (Oceania) da € 0,52 ad € 0,70, si rese necessario predisporre questo francobollo che andava a coprire la nuova tariffa.

Dopo aver dato la precedenza ai francobolli per le nuove tariffe di primo, secondo e terzo porto di posta ordinaria per l'interno ed a quello per l'estero di Zona 2, il 31 luglio 2004 venne emesso questo francobollo.

Disegnato da Rita Morena, «la vignetta raffigura un particolare del dipinto "Nettuno offre doni a Venezia" realizzato dal pittore Giambattista Tiepolo ed esposto nella sala delle Quattro Porte del palazzo Ducale, in Venezia. Completano il francobollo la scritta "Italia" ed il valore "Euro 0,70".»

I tre colori dichiarati dal tardivo decreto ministeriale 7 dicembre 2004 pubblicato ancora più tardivamente nella Gazzetta Ufficiale n. 46 del 25 gennaio 2005 sono: «figura femminile in bleu azzurro, cornice in viola malva, nero».

Le caratteristiche

Il numeratore con codice a barre
Parte della scritta con l'indicazione del valore del foglio di cento francobolli sul bordo (che il decreto ministeriale indica sempre come "cimosa")

Il decreto precisa anche altre caratteristiche tecniche: «Il francobollo è stampato dall'Officina Carte Valori dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.a. in calcografia, su carta fluorescente, filigranata con stelline a cinque punte disposte a tappeto su tutto il foglio; formato carta: mm 25,4 x 30; formato stampa: mm 21,4 x 26...».

La dentellatura, stando a quanto dichiarato dal decreto ministeriale, è 13½ x 13¼.

Tuttavia si tratta di una dentellatura più vicina al passo 13¼ x 13¼ ottenuta mediante una perforatrice a piastra che consente di perforare contemporaneamente in un colpo solo tutti i francobolli del foglio, ottenendo, grosso modo, una dentellatura simile a quella a blocco.

In pratica i "dentelli" che circondano i lati del francobollo sono 17 x 20, cioè 17 "denti" sui lati corti (orizzontali) e 20 sui lati lunghi (verticali).

La perforazione orizzontale di una riga di francobolli del foglio consta di 175 fori, compresi quelli "d'invito" sul bordo.

Sul bordo destro del foglio, in posizione non costante, vi è un numeratore affiancato da un codice a barre.

Sul lato opposto del bordo (che il decreto ministeriale chiama "cimosa") compare la consueta indicazione, stampata in viola malva, del valore del foglio di cento francobolli: «Il foglio di cento francobolli vale € 70,00».

L'impiego

All'epoca dell'emissione con il francobollo da € 0,70 si assolveva al porto dovuto per una lettera ordinaria fino a 20 grammi con destinazione in un paese della Zona 3 (Oceania).

Curiosità ed anomalie

Dentellatura spostata

Esemplare bordo di foglio con dentellatura spostata in senso orizzontale rinvenuto da Luciano, un iscritto al Forum di Filatelia e Francobolli, da dove è stata tratta l'immagine

Anche nella figura di Venezia che riceve i doni da Nettuno si devono segnalare alcune curiosità.

Queste sono legate alla dentellatura.

A destra è mostrato uno spostamento della dentellatura in senso orizzontale, relativamente inconsueto, perché in genere gli spostamenti di dentellatura, in questa emissione, si trovano più frequentemente in senso verticale.

È piuttosto evidente, sul bordo di destra, la perforazione che interessa la vignetta e l'indicazione del valore.

Slittamento del perforatore

normalmente una battuta del blocco perforatore completava la precedente battuta con un'undicesima riga dentellata generalmente in corrispondenza dell'interspazio tra due composizioni di cento stampate.

Normalmente, ma non obbligatoriamente, in quanto era sufficiente che la piastra fosse centrata su una qualsiasi delle undici righe da dentellare, cosicché il completamento dell'undicesima riga poteva avvenire anche all'interno della composizione stampata.

Come è avvenuto infatti per questo foglio del 70 centesimi.

In questo caso la battuta del perforatore non era stata centrata sul foglio di francobolli, ma su una riga qualsiasi. Così la congiunzione di due battute adiacenti cadeva all'interno del foglio, anziché sul bordo
Nel particolare si può notare il disallineamento che si è creato tra le due battute successive della piastra perforatrice. Si può notare che la piastra terminava, in alto ed in basso, con due pettini, quello inferiore con i segmenti verticali formati ciascuno da due aghi, quello superiore che invece ne comprendeva diciassette


Infiltrazioni di colore

Anche in questo valore da € 0,70 della serie "La donna nell'arte" sono state riscontrate infiltrazioni di colore, come in questo caso dove il blu azzurro ha preso il posto del nero nell'indicazione del valore e nel nome del disegnatore Rita Morena.

Il blu azzurro della figura femminile si è infiltrato al posto del nero nell'indicazione del valore e del nome del disegnatore



Articolo scritto da Giandri, tratto da http://home.giandri.altervista.org/giandri_0202_070CENT.html

Voci correlate